“Fiurìt”


“Fiurìt”

Il “fiurìt” (in italiano”fiore di ricotta”) è un derivato del siero proveniente dalla fabbricazione del formaggio. In particolare è un prodotto tipico delle malghe sul versante camuno dell’Area Vasta Valgrigna. Ha le caratteristiche di densità di uno yogurt ed è bianchissimo: il gusto è molto delicato, leggermente dolce, a metà tra lo yogurt e la ricotta. Nel complesso è un prodotto molto gradevole e fresco.

La preparazione non ha particolarità, perché è un prodotto che si ottiene durante la preparazione della ricotta. Una volta terminata la produzione dei formaggi, si porta il siero alla temperatura di 85-90°C e si aggiunge acido citrico, ottenendo così una sorta di “fioritura”. Tale è la formazione di una crema bianca (il coagulo) che viene a galla poco tempo prima della formazione della ricotta.

Si interviene, successivamente, separando e raccogliendo il fiurìt mediante una spatola, tradizionalmente con una tazza di legno chiamata “basgiòtt”, per evitare che si mescoli con la ricotta. Il tutto viene poi raffreddato rapidamente e conservato in  frigorifero, essendo un prodotto facilmente deperibile. Il fiurìt è molto amato e ricercato: va consumato semplicemente così com’è oppure con l’aggiunta di zucchero o miele. Ottimo anche se accompagnato da frutti di bosco o cereali.




 

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
Giugno  2018

P.Iva 03609320969  |  Credits