Parla di miniere il nuovo numero de “I Quaderni di Valgrigna”






Parla di miniere il nuovo numero de “I Quaderni di Valgrigna”

Si intitola “Un tesoro sepolto – Le antiche miniere dell’alta Val Grigna” il nuovo volume della collana “I Quaderni di Valgrigna“, sesto della serie. A poca distanza dal libro sui fabbricati d’alpe ecco dunque una nuova pubblicazione che tratta un nuovo ed interessante aspetto dell’Area Vasta: i siti di escavazione di rame e minerale ferroso che in un passato ormai remoto avevano resto la Val Grigna un importantissimo luogo di produzione di questa ricchezza, divenuta per l’uomo ormai irrinunciabile.

Autore del testo e delle immagini un vero e proprio esperto del settore: il professor Marco Tizzoni, docente all’Università degli Studi di Bergamo e valente archeologo. Il libro, pagine corredate da molte immagini a colori realizzate dallo stesso tizzoni, oltre al alcune illustrazione di Achille Bettoni e Loredana Scaranni, descrive le due più importanti miniere presenti nel versante camuno dell’Area Vasta: l’antichissima miniera di rame di Campolungo, di epoca preistorica e situata nel territorio del Comune di Bienno, e la miniera di ferro di Piazzalunga, già sfruttata in epoca romana ed ubicata invece nel territorio di Berzo Inferiore.

Sebbene appartenenti ad epoche diverse, i due siti furono coltivati con tecnologie pressoché simili, ed il volume ne illustra le modalità, spiegando le differenze ed analizzando le difficoltà e le ragioni che portarono al loro abbandono, graduale per Piazzalunga ed invece improvviso per Campolungo, a causa di un allagamento dei condotti dovuto alla rottura di un diaframma che separava i cunicoli con una falda acquifera.

Il volume, recentemente consegnato presso la sede brenese dell’ERSAF, verrà presto distribuito gratuitamente su tutto il territorio dell’Area Vasta Valgrigna ed ai rispettivi partner. Come per le precedenti uscite, una versione digitale verrà caricata anche su questo sito, alla voce “Pubblicazioni“, per una rapida consultazione online. A breve uscirà inoltre il settimo volume della collana, intitolato “Valgrigna 1852”: curato da Alberto Bianchi e Riccio Vangelisti sarà incentrato incentrato sul tema del Catasto Lombardo-Veneto e racconterà com’era il versante camuno della Val Grigna a quell’epoca, oltre 160 anni fa.

 

Immagini





 

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30  
Novembre  2017

P.Iva 03609320969  |  Credits